sottovoce | 37: Mèsico & Gionata Mirai

sottovoce è una rassegna di concerti fatti in casa.
Prendiamo la musica e la portiamo a domicilio, dentro i salotti, le camerette, le cucine, sui balconi, nei giardini; facciamo venire un po’ di amici con cui condividere l’esperienza, e intanto filmiamo il tutto e poi lo mettiamo su internet per chi non c’era.

■ chi suona
Mèsico era il soprannome del nonno emigrato (e poi tornato) dal Sudamerica agli inizi del secolo scorso. Ora Mèsico è Paolo Mazzacani, già in veste elettronica nei Templehof, che ha messo un attimo da parte la cassa in quattro quarti per fare un disco intimo ed essenziale, firmato insieme a una notevolissima compagine di musicisti come Gionata Mirai e Stefano Pilia. Una decina di ballate lunghe sì e no due minuti che ti arrivano dritte al petto e alla testa, fotografie in bianco e nero su melodie essenziali e arrangiamenti sottili per raccontare come ci si sente a tradire, a tradirsi, a fare pace con sé stessi e col mondo. Un tradimento lungo e incantevole.
Ad accompagnarlo in questa prima parte del tour la chitarra di Gionata Mirai, volto già ben noto con Il Teatro degli Orrori et al.

■ info
facebook
soundcloud

■ credits
camera &editing: Federico Scaglia
audio: Daniele Piccoli